afasici papuasia | 2010

2010

» modern days | 12 January 2010, 02:29 | ::

Ci sono degli schiavi negri che vivono in certe cisterne in disuso e zappano la terra 16 ore al giorno. Quando la sera se ne tornano nella cisterna i bianchi se la spassano prendendoli a sassate o a sprangate. Oppure gli sparano direttamente addosso. Il ministro dell’interno sostiene che con questa gente [i negri] siamo troppo buonisti. Un bel giorno, dopo che a uno di loro hanno sparato alle gambe, gli schiavi si ribellano. Fanno un po’ di casino, rovesciano qualche macchina e incendiano i cassonetti. Il ministro dell’interno di fronte ai sorprendenti eventi, da buon leghista, mantiene saldamente il membro in erezione e dichiara che con questa gente siamo stati troppo tolleranti e che ora basta. A quel punto i bianchi escono di casa con le mazze e spaccano le ossa a un po’ di questi negri che fanno casino. Qualcuno, come di consueto, invece che con la mazza esce con la pistola. Così viene di nuovo il turno del ministro, il quale manda la polizia a catturare tutti i negri e li fa rinchiudere nei campi di concentramento dove riceveranno altre mazzate e mangeranno nelle mangiatoie per terra come si conviene alle razze inferiori.
Contemporaneamente il ministro va in televisione e dichiara che quando allo stadio qualcuno fa ‘buuu’ a un nero bisogna sospendere la partita perche’ il razzismo e’ intollerabile in un paese civile nel 2010.

commenti

Name
Email
http://
Message